Programma di assistenza per persone senza fissa dimora

Da circa cinque anni i Missionari Vincenziani, presenti sul territorio catanese dal 1893 chiamati dall’allora Cardinale Dusmet gestiscono, attraverso l’associazione Famiglie il Sentiero, alcune case di accoglienza per persone senza fissa dimora.

La Fondazione Ymca Italia Onlus insieme all’Associazione YMCA Mediterraneo di Catania ha stipulato con i Missionari Vincenziani una convenzione per la gestione congiunta del progetto di case accoglienza che si sviluppa su quattro direttrici:
• integrazione alimentare;
• assistenza medica (visite specialistiche);
• corsi di formazione o di avviamento al lavoro (corsi professionali o altro);
• attività ricreative o ludiche (serate culturali o partecipazione ad eventi) finalizzate ad una vera integrazione.

L’attività delle case di accoglienza di cui è direttore, da ormai quasi quattro anni, p. Mario Sirica dei Vincenziani, nell’anno 2016 si è occupata di due dormitori, una casa aperta H24 e un gruppo appartamento, per un totale di 70 posti letto.

I dormitori, di cui uno femminile l’altro maschile, accolgono persone che hanno una sufficiente autonomia personale, migranti e rifugiati oltre a donne vulnerabili soggette al rischio della tratta.

In entrambi i dormitori, l’ospitalità viene offerta dalle 19:30 alle 07:30 del giorno dopo e i servizi offerti sono: alloggio notturno, servizio doccia e cena. Le persone, ospitate al dormitorio, vengono inviate e seguite dalle strutture o dalle istituzioni competenti, in base alle difficoltà o problematiche evidenziate dalla singola persona.

La casa di accoglienza H24, denominata Locanda del Samaritano, accoglie o persone che necessitano di un supporto sostanziale e di un accompagnamento finalizzato al reinserimento sociale, o persone che si trovano in stato di malessere psichico/fisico, tale da richiedere una accoglienza H24. In particolare, i soggetti presenti possono presentare problematiche psichiatriche, dipendenza da sostanze o da comportamento, donne vittime di violenza, persone con patologie fisiche, anziani, richiedenti asilo politico e rifugiati.

La casa è autogestita dalle persone accolte, con la presenza degli operatori, dei volontari YMCA e della supervisione dei Missionari Vincenziani. All’interno, inoltre, vengono offerti i seguenti servizi:
• orientamento al lavoro;
• consulenza legale;
• corsi biblici;
• scuola di italiano;
• supporto psicologico;
• arte terapia;
• gruppi psico educazionali;
• attività giornalistica;
• mediazione culturale;
• accompagnamento ai servizi.

Oltre la presa in carico delle persone accolte, la casa di accoglienza si pone l’obiettivo di sensibilizzare la comunità locale sulle problematiche di quanti si trovano in uno stato di povertà estrema, tramite tavole rotonde, convegni, attività di cineforum, cene multietniche, dibattiti, etc…

Particolare attenzione si pone all’accompagnamento spirituale, al riscoprirsi ancora fratelli e sorelle destinatari di amore ma anche capaci di continuare ad amare la vita, nonostante le difficoltà. Infatti, dentro la Locanda vi è anche una cappellina multi confessionale dove ognuno può ritagliarsi uno spazio di dialogo con Dio, uno spazio per riflettere, per pregare.

Il gruppo appartamento ospita, invece, persone che hanno un minimo di reddito, una discreta autonomia personale e sociale e che necessitano di un luogo nel quale vivere. Le persone accolte nel gruppo appartamento vengono supervisionate e orientate in base alle difficoltà evidenziate.

Tutti i servizi offerti sono svolti da operatori e volontari laici, e sono supportati economicamente dalle donazioni dei privati, dei Missionari Vincenziani ed hanno permesso di offrire in un anno circa 29.200 pasti e pernottamento a circa 370 persone.

Inoltre, l’Associazione Famiglie il Sentiero ha ricevuto in comodato d’uso gratuito un terreno nel quale si svolgono attività di ortoterapia, attività ludico ricreative e di sensibilizzazione sulle problematiche ambientali e sociali.

L’Associazione Famiglie Il Sentiero, grazie al supporto dell’YMCA ITALIA si pone l’obiettivo di prevenire e di intervenire in tutte le situazioni che generano povertà materiali, personali, sociali, e spirituali. Le attività quindi previste sono tutte quelle finalizzate a tali obiettivi e s’intende, anche per il futuro, continuare ad operare con lo stesso entusiasmo e spirito di solidarietà che da sempre contraddistingue l’Associazione.

L’integrazione nel 2017 con la Fondazione Ymca e l’Associazione YMCA Mediterraneo ha portato ad una maggiore autonomia per il sostentamento di tutte le attuali attività ed un potenziamento delle stesse secondo lo schema di indirizzo nella premessa.

Da settembre 2017 è operativo l’ambulatorio medico e da novembre 2017 sono iniziati i corsi di formazione presso la sede della Fondazione YMCA di Catania.